TECNOLOGIA ISENSO

Ha inizio la generazione di plantari con intelligenza artificiale.
I-Senso® è un dispositivo medico brevettato, studiato come strumento attivo nelle complicanze causate da un'alterazione podoposturale. Si può definire come un ottimizzatore posturale che utilizza una tecnologia alternativa integrandosi con le metodiche tradizionali.
I piedi sono potenti organi di ricezione di dati da tutto il nostro sistema neuromotorio, così come sono organi di trasmissione. Il piede ha naturali capacità di riconoscere i segnali e reagire con naturali procedure di autoadattamento, tuttavia l'utilizzo di calzature ha ridotto questa possibilità portando il piede a doversi adattare continuamente alle forme delle calzature e ai diversi angoli di appoggio del piede.

COME FUNZIONA I-SENSO®?

Esso funziona per mezzo di uno stimolo meccanico generando dei microcampi magnetici, non nocivi per l'essere umano. L’energia emessa dal dispositivo sarà sempre sincronizzata col movimento dell’individuo, questa verràrilasciata esclusivamente quando il piede, durante il passo, eserciterà pressione sul sensore, permettendo così di non assuefarsi al segnale. Questo sistema può essere paragonato ad un piccolo oscillatore smorzato.
Il sensore invia un impulso variabile in funzione della pressione esercitata dal piede, quindi il dispositivo reagisce in base all'attività del piede, il peso ed tipo di camminata. Ciò significa che a sollecitazioni maggiori (peso della persona, movimenti più potenti/veloci) corrisponderà una risposta maggiore da parte del sensore, menrtre si avrà una minore reazione del dispositivo quando si ha un'azione minore o più lenta da parte della persona.

 
 

I PLANTARI ADATTIVI


Le rilevazioni messe in pratica con il dispositivo I-Senso® permettono di creare anamnesi posturali complete e procedere alla creazione di plantari davvero innovativi: i plantari adattivi A-misura. I nostri plantari non sono correttori posturali ma ottimizzatori posturali atti a stimolare il fisiologico sistema podoposturale e produrre effetti sul problema di fondo che provoca il dolore.
Negli anni il nostro impegno nella ricerca del costante miglioramento del metodo ci ha portato a superare le tradizionali tecniche basate solamente sulla rilevazione di un'impronta in negativo del piede. Questi sistemi di rilevazione fanno solo una desescrizione dell'appoggio podalico e dei baricentri, non fanno indagini diagnostiche come nel nostro caso, dunque attraverso il metodo tradizionale si capisce come il paziente appoggia il piede ma non dice il perchè.
Il nostro plantare adattivo può essere definito come un plantare A MISURA che tiene conto non solo dell'impronta, ma anche delle misurazioni biometriche totalbody, delle misurazioni funzionali e delle interferenze possibili che affliggono il paziente (occhi, bocca, pelle, piede ecc...) sfruttando le potenzialità del piede come organo di senso.